25/01/2020 UNA CASA DELL’ACQUA ANCHE PER CALDAROLA

È stata ufficialmente inaugurata sabato mattina la pensilina Blupura che garantirà ai cittadini caldarolesi, 24 ore su 24, acqua microbiologicamente pura, sempre fresca e, se si preferisce, anche gassata grazie all’aggiunta di anidride carbonica.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza degli Amministratori di Caldarola, il Sindaco Luca Maria Giuseppetti, il suo vice Giovanni Ciarlantini e l’Assessore Giorgio di Tomassi, del Presidente ASSM SpA Stefano Gobbi, ente gestore del Servizio Idrico Integrato, del Consigliere Tolentinate Carmelo Ceselli, dell’Ing. Stefano Gambella per conto della ditta Blupura, della dirigente scolastica Mara Amico e dell’On. Tullio Patassini.

Invitati all’inaugurazione tutti i cittadini ma soprattutto gli alunni della scuola De Magistris “perché le buone pratiche rivolte al rispetto dell’ambiente devono partire proprio dalle nuove generazioni” ha affermato il Sindaco Giuseppetti. Ai ragazzi sono state donate delle borracce in alluminio che permetteranno loro di non acquistare più bottigliette di plastica durante le ore di scuola o mentre svolgono attività fisica, evitando così il consumo di materie plastiche altamente inquinanti.

Questa inaugurazione rappresenta un’ulteriore passo verso un comune concretamente plastic free” ha continuato il Sindaco, “dopo la delibera della scorsa estate che dettava le linee guida da adottare per ridurre al minimo il consumo della plastica. L’installazione di una casa dell’acqua abbatterà definitivamente le resistenze di quei cittadini ancora convinti che l’acqua in bottiglia è migliore di quella del rubinetto. Avranno due mesi di erogazione gratuita per provare personalmente l’altissima qualità di un’acqua veramente a chilometro 0”

Le tessere poi, del costo di 5 euro una tantum, potranno essere acquistate e ricaricate presso la tabaccheria di via Umberto I, l’acqua tra due mesi avrà un costo di appena 5 centesimi al litro.

Il Presidente ASSM SpA Stefano Gobbi ha sottolineato ancora una volta l’importanza del rispetto dell’ambiente e soprattutto dell’acqua, una risorsa purtroppo fino a qualche anno fa ritenuta inesauribile, ma in realtà un bene limitato. E’ per questo che bisogna adottare buone pratiche contro gli sprechi.

L’aspetto tecnico della pensilina è stato affrontato dall’Ing. Gambella, responsabile Commerciale Blupura, l’acqua, proveniente dalle sorgenti di montagna, viene ulteriormente purificata attraverso i carboni attivi e lampade UV che permettono l’igienizzazione interna ed esterna fino al beccuccio. Le analisi avvengono stagionalmente per tenere sotto controllo i parametri e la manutenzione è costante.

Un nuovo importante passo quindi nella direzione di un atteggiamento più rispettoso e consapevole nei confronti dell’ambiente .

× Invia autolettura WhatsApp